Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X
+39 0575 58.14.04 info@borgotramonte.it

Tra le regioni Italiane la Toscana è più di altre caratterizzata da un buon equilibrio urbanistico ambientale, la varietà del territorio garantisce molteplici vantaggi come quello di differenziare l’offerta turistica, di diversificare le attività produttive, di ridurre i rischi derivanti da shocks economici, di rispondere con diversi strumenti all’impatto ambientale dell’attività produttiva.
La Toscana è la prima regione per estensione di boschi, il 13% dei boschi italiani si trova nella nostra regione, seguita dal Piemonte con il 9.8%. Di oltre un milione di ettari di bosco circa il 18% toccano la provincia di Grosseto seguita da Firenze (17%) ed Arezzo (16%). I boschi toscani oltre che per l’estensione sono importanti anche per il pregio e la varietà, dalle macchie mediterrane alle distese di abeti di tipo centro europeo.

La Toscana ha incentrato buona parte della propria attività turistica sulla qualità ambientale e sulla struttura del territorio. Questa risorsa oltre a garantire uno sviluppo sostenibile permette anche ritorni economici e redistribuzione territoriale dei redditi aumentandoli là dove l’attività industriale e dei servizi alle imprese risulti meno sviluppata. E’ per questo che negli ultimi anni le autonomie locali, a partire dalla Regione hanno incrementato la superificie destinata alla tutela ambientale aggiungendo ai parchi nazionali ed alle riserve di stato, ulteriori parchi regionali , provinciali e locali. Oltre l’8% del territorio toscano è occupato da Parchi, e il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi rappresenta una testimonianza meravigliosa, per le sue peculiarità riconosciute dalle maggiori espressioni naturalistiche europee, queste aree protette sono la porta di accesso alle meraviglie delle nostre tradizioni enogastronomiche, di feste e mestieri antichi.Le coste Toscane si estendono per 633 Km e negli ultimi anni oltre il 95% risultano balneabili. Circa il 39% delle presenze turistiche in Toscana sono legate al turismo balneare. Vi sono alcune realtà dove le presenze turistiche raggiungono valori nettamente emergenti rispetto alla restante costa, aree ad elevata tradizione e vocazione turistica come Massa, Viareggio, Pisa, Castiglione della Pescaia, Grosseto, Orbetello e Capoliveri. Vi è poi un altro gruppo, molto numeroso, di comuni che hanno presenze turistiche importanti, e che comprende gli altri comuni della Versilia, tutta la costa tra Livorno e Follonica e alcune zone dell’ isola d’Elba.